Alcune questioni sul fissaggio del controtelaio di un portone blindato

Vediamo in questo articolo di fare un po’ di chiarezza sul fissaggio meccanico del portone blindato. Di fatto, ormai, la prassi dell’impresa che stabilisce e decide tutto è consolidata. Il mese scorso mi trovavo su un cantiere, in cui ho avuto un ulteriore dimostrazione di ciò. Infatti in questo caso l’impresa era alle prese con un committente esperto che voleva suggerire alcune soluzioni per una posa qualificata del serramento, ma alla fine, dopo accesi dibattiti la ditta appaltatrice decise cosa usare, come usarlo e soprattutto come posarlo. In questo cantiere gestivo solo la parte impiantistica ,altrimenti l’avrebbero avuta dura. Così alla fine, il committente si mette da parte e lascia procedere, perché il tempo è tiranno. Questa, se ce ne fosse ancora bisogno, è l’ennesima dimostrazione di come la posa si debba progettare e non improvvisare in cantiere, perché sarà causa di futuri problemi e contenziosi.
In sostanza il punto del dibattito era rappresentato dal davanzale. Infatti il davanzale passante, nel controtelaio rappresenta un ponte termico non indifferente, ma a quanto pare non tanto rilevante da far imporre il committente nei confronti dell’impresa affinché venisse risolto.
A volte è più facile far ragionare il committente in termini di Euro che in termini di temperature superficiali e di condensa.
Se noi spulciamo qua e la troveremo ampie dimostrazioni di come il flusso termico che proviene dall’esterno possa veicolarsi verso l’interno dell’edificio, incontrando un’aria più calda; tutto ciò a lungo andare provocherà un fastidioso alone di muffa.
Questi quesiti, ce li dobbiamo porre quando ci facciamo installare un portone blindato o delle finestre, soprattutto per quando riguarda il fissaggio del controtelaio, che sia chimico, a pressione e anche con le zanche.

Questa è l’esperienza di Marco, capo tecnico in un’azienda che si occupa di installazione e vendita portoncini blindati.

Consigli per l’utilizzo dell’aspirapolvere professionale

Gli aspirapolvere sono gli strumenti ideali per la pulizia della casa e saperli usare al meglio ci renderà la vita molto più semplice. Inoltre una casa senza polvere migliorerà la qualità della nostra salute. Vediamo nel dettaglio qualche consiglio pratico sull’utilizzo dell’aspirapolvere professionale.

Pulizia Pavimenti
Per poter pulire al meglio i pavimenti, prima dell’aspirazione, rimuovete da questi tutti gli ostacoli che potete spostare, come ad esempio mobili e carrelli; integrate l’utilizzo della scopa se lo sporco accumulato è tanto (per esempio nelle pulizie della nostra casa vacanze).

Utilizzare i giusti accessori per ogni superficie
Tutti i moderni aspirapolvere sono dotati di accessori adatti ad ogni superficie. Si va dalle spazzole per la moquette agli imbuti per raggiungere gli angoli più difficili da raggiungere.
Da ricordare che..
Dobbiamo regolare la potenza dell’aspirazione a seconda della superficie che si sta aspirando. Non dobbiamo utilizzare lo stesso accessorio che si usa per il pavimento o per i tappeti, per aspirare la polvere da cuscini, materassi e divani: pavimento e tappeti infatti risultano solitamente più sporchi e utilizzare lo stesso accessorio per superfici che invece rimangono spesso a contatto con pelle e vestiti non è molto igienico.
Per quanto riguarda la sicurezza, bisogna seguire alcune semplici regole:
– non aspirare oggetti incandescenti, come i mozziconi di sigaretta o i solventi infiammabili perché danneggeranno il nostro apparecchio.
– non aspirare oggetti appuntiti che potrebbero rovinare l’apparecchio
– non tenere l’aspirapolvere inutilizzato inserito nella presa di corrente
– non utilizzare l’aspirapolvere per i solidi su superfici bagnate: su queste utilizzare solo quelli dedicati all’aspirazione dei liquidi, che sono dotati di filtro per l’acqua
– non calpestare il cavo mentre si usa l’apparecchio
– non tirare il cavo di alimentazione per staccare l’elettrodomestico dalla corrente

Che cosa sono i pavimenti in resina?

I pavimenti in resina rappresentano le nuove scoperte del settore edilizio. Inizialmente venivano impiegati esclusivamente nel settore industriale ma al giorno d’oggi, vengono anche adoperati per realizzare la pavimentazione di locali pubblici. Li possiamo trovare infatti nelle aree commerciali, alberghi, ristoranti, università, palestre, campi sportivi aeroporti e ospedali. Naturalmente, grazie alle nuove forme di decoro artistico e creativo, le resine hanno trovato un ampio impiego anche all’interno di abitazioni private.

Si caratterizzano per la loro praticità, infatti la loro messa in posa, avviene senza alcun ricorso a tecniche di muratura. Tutto ciò è reso possibile grazie al loro spessore ridotto che consente la loro posa, anche sopra la pavimentazione preesistente, senza alcuna necessità di modificare la misura delle porte.
Quali sono quindi i vantaggi e gli svantaggi dei pavimenti in resina? I pavimenti in resina sono igienicamente impeccabili, oltre che facili da pulire. Altra cosa importante da aggiungere è che, questa tipologia di pavimenti si caratterizza di uno strato protettivo in grado di resistere agli urti o ai graffi. Ecco che, in caso di caduta accidentale di oggetti, ne garantisce una lunga durata nel tempo.
Sicuramente tra i vantaggi possiamo includere la loro semplicità della messa in posa, infatti i pavimenti in resina possono essere applicati su un vecchio pavimento preesistente senza averlo precedentemente rimosso. Non necessitano di manutenzione straordinaria ma solo la normale pulizia di casa e sembra che siano resistenti a muffe e batteri.

Per quanto concerne gli svantaggi, possiamo subito annoverarne uno: possono essere scivolosi in presenza di acqua. Per ovviare a questo problema, durante la messa in posa sarà necessario creare un manto ruvido antiscivolo. Un altro problema dei pavimenti in resina, è probabilmente la limitata resistenza ai raggi UV. Infatti non è raro che tendano ad ingiallire abbastanza velocemente ma in commercio esistono differenti prodotti che aiutano a contrastare questo processo. Altro punto a loro sfavore è il prezzo: sicuramente non si possono considerare economici.

Per scoprire altre tipologie di pavimenti, come il parquet Venezia.

 

Perché rivolgersi a un Coach per aumentare il vostro business e le vostre entrate

Possedere una piccola impresa ti chiederà di sfruttare al massimo il tuo potenziale in modo da poter servire i tuoi clienti, essere flessibile e innovativo e affrontare tutte le esigenze della tua attività.

Hai messo una grande quantità di ore e di energia nel tuo business. Se è il momento di crescere al livello successivo, è il momento di ottenere un aiuto.

Attraverso la piccola consulenza aziendale , il coaching  per manager rivolto anche alle piccole imprese, ti consentirà di aumentare le tue entrate e raggiungere obiettivi sempre più importanti.

Un Coach aziendale ti aiuta con strategie e tecniche per creare e ottenere il successo aziendale e pensare strategicamente tua attività con successo. Il Coaching e le sue consulenze ti aiutano:

  • Ad aumenta le tue entrate e creare profitti sostenibili
  • Imparare le abilità specifiche di marketing e di business
  • Espandere la tua clientela e trovare nuovi business
  • Creare un piano d’azione coeso per crescere con la tua attività
  • Aumentare la chiarezza della visione d’impresa e dei grandi progetti
  • Creare motivazione e responsabilità sostenibili
  • Gestire il tuo tempo con saggezza
  • La priorità dei compiti in modo da sapere cosa fare per primo
  • Smettere di sentirsi sopraffatti

Generalmente ci sono tre sfide per i proprietari di piccole imprese:

  1. È necessario aumentare il volume d’affari e le entrate e ottenere la fiducia di fronte ai nuovi clienti potenziali.
  2. Sei sopraffatto di idee e informazioni e hai bisogno di una fonte attendibile per aiutarti a progettare e implementare un piano d’azione convincente per portare la tua attività al livello successivo.
  3. Sai cosa devi fare – ma hai bisogno di sistemi e strutture nella tua attività per far funzionare le cose in modo efficiente.

Ecco perché risulterà utile rivolgersi ad un coach per incrementare il vostro business.